SEQUOIA NATIONAL PARK

Abbiamo scelto questo parco come tappa intermedia fra San Francisco e la tanto agognata Death Valley per spezzare i circa 900 km che li dividono. Siamo arrivati verso le 14,00 nella cittadina di Visalia e alloggiato al LAMP LITTER INN prenotato tramite Booking. Pagato USD 82,80 (tasse comprese) per 1 notte per 3 persone. Il parcheggio è gratuito. Si trova direttamente sull’autostrada, quindi come posizione non è niente di speciale ma comoda per chi come noi è solo di passaggio. Il motel è accogliente, con piscina che non abbiamo potuto utilizzare per mancanza di tempo. Alla reception non hanno saputo darci indicazioni su come raggiungere il parco ma ce l’abbiamo fatta facilmente. (da Visalia all’entrata ci vuole un’ora)

Il Sequoia National Park fa parte del circuito compreso nella tessera parchi che abbiamo acquistato direttamente dalla Ranger all’ingresso, che dista comunque circa un’ altra ora dalle Sequoie giganti vere e proprie. Il paesaggio circostante ricorda molto il nostro Appennino. Malgrado non fossi predisposta a questa fermata devo dire che le Sequoie giganti sono veramente “giganti”, ma proprio esagerate !! Difficile riprendere tutta l’altezza in una foto. Naturalmente abbiamo visto e fotografato anche la più famosa “THE GENERAL SHERMAN TREE”. Ci sono vari percorsi trekking da seguire.

Tornati al motel abbiamo cenato nel ristorante adiacente dove ho mangiato il primo di tanti Burritos. Questo era veramente gigante e abbastanza disgustoso..

COSA NON MI ASPETTAVO: No, niente a che vedere con le Sequoie. Appena arrivata a Visalia l’inglese per me è diventato quasi incomprensibile…Non era quello parlato a San Francisco, sarà stata una mia impressione?