PAGE – ARIZONA

PAGE è una cittadina ordinata, tipicamente americana, fondata nel 1957 e circondata da un paesaggio FANTASTICO!! In questa zona ci siamo fermati ben 2 notti, così abbiamo potuto riprendere fiato e ..fare il bucato nella lavanderia dell’albergo (costo: 3,oo $ lavaggio + 3,00 $ asciugatura + 1,25 $ per sapone).

Abbiamo alloggiato al Motel 6, niente di speciale ma in posizione strategica e con piscina. Parcheggio e caffè inclusi . Costo per 2 notti: 263,92 $. Gli hotel in questa zona sono tutt’altro che a buon mercato…

Alla mattina abbiamo visitato il famosissimo HORSEHOE BEND (Canyon sul fiume Colorado): Veramente stupendo. Si raggiunge dall’alto e stranamente si paga solo 10,00 $ per il parcheggio. E’ semplicemente così:  M a g n i f i c o !! Non ha protezioni  e la gente si sporge dalle rocce per un selfie!!

horsehoe band
HORSEHOE BEND: NON E’ SPETTACOLARE????

Per i pranzi ci siamo riforniti al Walmart, sempre aperto e con prezzi veramente bassi, dove abbiamo comprato i panini più grandi del pianeta che abbiamo mangiato al MARBLE CANYON (costo: 30,00 $.. che stress)

Il pomeriggio, complice un caldo micidiale, l’abbiamo trascorso in piscina che era tutta per noi e ci siamo proprio rilassati.

Visitato anche il GLEN CANYON e fatto il bagno nel LAKE POWELL (bacino artificale) che si raggiunge anche in macchina (The Chains) senza raggiungere il porto perchè anche quest’ultimo è a pagamento

I colori caldi del crepuscolo anche qui rendono il paesaggio veramente unico.

Questa zona è quasi interamente gestita dai nativi indiani, ed è per questo che i parchi locali (es. Antylope Canyon-che non abbiamo visto) non fanno parte del circuito compreso nel Pass che abbiamo acquistato. Non so se è una mia impressione dato che non ho avuto occasione di parlarne con nessuno, ma non mi sembra si siano integrati pienamente.

COSA NON MI ASPETTAVO: Non credevo di fare il refill di una Coca Cola da 1,5 litri e berle entrambe con grande soddisfazione. Rientrata in Italia le lattine mi sono sembrate minuscole..